Camminando in giro per Melbourne city. Curiosità di Australia
visitare melbourne city australia

Camminando in giro per Melbourne city

Melbourne cityMelbourne è la capitale dello stato del Victoria, ed è la seconda città dopo Sydney più popolosa dell’Australia (se cerchi un albergo, guarda qui).

La giornata si apre con un sole bellissimo, clima giusto per girare la città, macchina fotografica alla mano e tanta tanta voglia di camminare.

Guardo su google maps dove mi trovo, e vedo vicino me un bellissimo parco Royal Botanic Garden. Attraversare il parco, accompagnata da una musica leggera di sottofondo, vedere la natura a suon di musica; gli uccellini cantano sotto il sole della città! Stupendo, magnifico, mi siedo, ascolto l’orchestra che continua a creare dolci melodie; ordino un caffè, 5 $! Qui il costo della vita è alto ma gli stipendi lo sono altrettanto.

In questo parco, ci sono in tutto più di 50.000 piante, di circa 12.000 specie diverse. Qui si estende anche una parte della foresta pluviale locale. Alle mie spalle c’è la città, infatti da qui vedo i grattacieli sbucare fuori dagli alberi. Faccio una foto, il sole è perfetto il cielo è limpido; non potevo chiedere di meglio anche perché oggi il meteo aveva messo pioggia…

Continuo la mia passeggiata, verso il centro, tenendo sotto mano la mia Nikon! E adesso dove andiamo?

Avventura al centro commerciale

Entriamo in città e cerchiamo il centro commerciale in cui siamo già stati. Voglio ritornarci perché è gigante formato da tre edifici collegati tra loro, ognuno di questi ha sei piani, è incredibile. Faccio un video in modalità veloce, devo far vedere l’immensità di questo edificio. Entro con il telefono in mano e la telecamera aperta, salgo sulle scale mobili 1 piano, attraverso i corridoi, 2 piano, abbigliamento donna, 3 piano, abbigliamento uomo, 4 piano, abbigliamento bambini, 5 piano, cose per la casa ed infine 6 piano tecnologia!

Poi mi perdo a cercare il passaggio nell’altro edificio e continuo a filmare salendo e scendendo le scale passando un po’ in tutti i reparti.

Non voglio più scendere le scale; ci sarà un ascensore da qualche parte, nascosto. Lo trovo, perfetto, è tutto mio! Premo il pulsante e attendo, l’ascensore tarda e decido di fare un’ultima foto dall’ultimo piano si vedono tutti e 6 i livelli: scatto e si apre l’ascensore, corro ed entro, premo… Cavoli non so cosa devo premere! Non ce il numero 0, ci sono delle lettere, così schiaccio il n1 sapendo che l’ascensore non sarebbe arrivato al piano terra, ma intanto sarei scesa sicuramente. Si aprono le porte e decido poi di premere il pulsante G. Ok arrivata 1 piano cosmesi, mi infilo in mezzo ai profumi cerco il mio preferito e annuso, poi due tre spruzzi sul collo e via senza guardarmi le spalle.

Il mio giro in città continua. Entro ed esco dai negozi, mi infilo nelle vie tutte piene di graffiti sui muri, bellissimi e di vario genere, dai dipinti alle scritte ma tutti molto colorati e affascinanti.

L’Australia è si un posto dove si sta bene ma la povertà di certo non manca. Ho anche pensato che forse alcuni barboni non hanno voglia di lavorare perché qui, il lavoro c’è. Comunque una persona in particolare mi ha colpito, una signora sulla 50ina credo, seduta fuori da un supermercato si era praticamente creata un angolino tutto per se. Aveva il letto singolo, il cuscino con tanto di lenzuolo coprente, bottigliette d’acqua e il solito cartello gigante con la richiesta di aiuto, in fondo a questo materasso/letto aveva messo due valigie sicuramente sue; mi sono sbalordita quando ho visto che genere di accampamento si era costruita.

L’attraversamento della città continua!

Proseguo sulla mia via e decido di prendere un tram, ormai in cammino da molte ore e ho i piedi in fiamme. Indossavo le all star che, chi lo conosce lo sa, sono molto scomode per lunghe camminate. Salgo e dopo qualche fermata scendo, riprendo il mio cammino e mi trovo davanti ad una biblioteca dove di fronte c’è un bellissimo prato verde e la gente sdraiata che riposa. Decido di fermarmi anch’io e di riposare un po’ sotto i raggi del sole.

Melbourne nightlife e dintorni: le cose da vedere

A Melbourne la vita notturna offre qualsiasi tipo di cucina (italiana, tailandese, cinese, giapponese, spagnola, etc) a prezzi più che ragionevoli per essere in Australia e nei quartieri di Fitzroy e Carlton in ogni locale suona musica dal vivo gratuita ad accompagnare la serata. A solo un’ora di macchina poi è possibile visitare una delle strade australiane più famose, la Great Ocean Road, assistere alla parata dei pinguini di Philip Island o gustare del meraviglioso vino nella Yarra Valley.

Ad un’ora dalla città, dove abito io, è possibile visitare per qualche giorno la Mornington penisola, ricca di spiagge e coste meravigliose. Davvero da non perdere.

La mia giornata a Melbourne è stata lunga e intensa, decido quindi di incamminarmi per rientrare a casa. In tram: silenzio totale, nessun che parla se non qualche bambino piccolo che racconta qualcosa alla madre. La voce registrata della signorina annuncia le fermate di arrivo, la gente così si prepara a scendere, le porte si chiudono e si riparte per la prossima fermata. Ognuno ha esigenze e pensieri diversi, chi guarda il telefono (quasi tutti hanno l’iPhone), chi ascolta la musica, chi legge un libro, chi beve il caffè nei classici bicchieri di cartone di Starbucks, le signore più anziane guardano fuori il panorama.

Insomma tutti occupati a fare qualcosa. Io, per esempio, scrivo, o meglio descrivo ciò che vedo, non ho carta e penna come una volta per prendere appunti ma ho un iPhone (anch’io) grazie al quale posso raccontare e scrivere in ogni momento. See ya guys 😉

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Dove dormire a Melbourne
  • Stesso argomento
  • Stesso autore
Viaggi slow Avatar 0 comments

Il Bergamotto è un frutto, un agrume più precisamente, unico al mondo soprattutto perché è legato a doppio filo ad…

Viaggi slow Avatar 1 comment

Forse il più grecanico dei paesi della Bovesia, Gallicianò rientra nel comune di Condofuri ma si trova in una zona…

Viaggi slow Avatar 0 comments

Due ragazzi, una passione nata per caso, un obiettivo: girare l’Asia in bicicletta. Non è la trama di un film,…

Nessun articolo trovato

Avatar

Marica Farina

ciao sono una ragazza di Verona, adoro viaggiare e sono rientrata da poco in Italia dopo un anno in Australia, precedentemente sono stata anche a Londra per studio e lavoro; Amo lo sport e la moto, prossimamente intenzionata a viaggiare in bicicletta;

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami
Top