Tre consigli per trascorrere una gita di Pasquetta veramente slow
pasquetta slow

Tre consigli per trascorrere una Pasquetta slow

Che facciamo a Pasquetta?”. E’ la domanda più gettonata nelle settimane che precedono la Pasqua, che quest’anno cade il 5 aprile. Per chi vuole dedicarsi alla cultura e stare a contatto con la natura in maniera responsabile, Gente in Viaggio ha selezionato qualche idea per una pasquetta slow in giro per l’Italia.

Festa della Fioritura

pasquetta slow
Fioritura dei meli

A Lana, in provincia di Bolzano, è una Pasqua speciale. Si festeggiano infatti i primi vent’anni della Festa della Fioritura, dove a farla da protagonista sono i fiori degli alberi di melo. Dal 5 al 19 aprile la località altoatesina a due passi da Merano accoglie la bella stagione con percorsi enogastronomici e visite guidate ai masi. E’ l’occasione ideale per conoscere la natura, le tradizioni e la cultura locali. I meleti in fiore e la frizzante aria primaverile a Lana, Cermes, Postal, Gargazzone e Foiana accompagnano il fitto programma di eventi. A Pasquetta sarà possibile partecipare alla degustazione di mele e alla visita guidata nel museo della frutticultura di Lana. Inoltre si potrà visitare un alveare sito lungo la passeggiata “Ländpromenade” guidati da un esperto apicultore.

Parco di Villa gregoriana

pasquetta slow

Per il giorno di Pasquetta il Fai, Fondo Ambiente Italiano, organizza a Tivoli nel Parco di Villa Gregoriana un pranzo all’aperto per degustare i piatti tipici della tradizione, tra cui anche la “pizza Giulia”, dolce tipico tiburtino. Oltre a giochi, laboratori e distribuzione di uova di Pasqua per i visitatori più piccoli, sarà possibile visitare l’affascinante ambientazione della Villa. Insieme a Villa D’Este e Villa Adriana, è collocata all’interno della Lista Mondiale del Patrimonio dell’Umanità. Lo scenario è da favola, trovandosi alle pendici occidentali dei monti Tiburtini, ad est di Roma, è posizionata lungo il fiume Aniene presso una grande cascata, la cui ricchezza delle acque favorì la nascita di grandi complessi architettonici e naturalistici.

Oasi di Sant’Alessio

pasquetta slow
Mappa dell’Oasi di Sant’Alessio

Lo scorso anno avevamo consigliato di visitare l’Oasi di Ninfa, per il 2015 ci spostiamo un po’ più a nord e andiamo a Pavia. L’Oasi di Sant’Alessio è il luogo ideale per trascorrere una Pasquetta slow tra percorsi naturalistici, farfalle e colibrì, varie specie di piante e fiori, e un Castello. L’Oasi iniziò a nascere nel 1973, quando Antonia e Harry Salamon acquistarono il castello di Sant’Alessio e la terra circostante mossi dalla voglia di creare un allevamento di specie in pericolo, per ripopolarne la natura. E’ possibile pranzare al sacco, o presso il bar interno, nel verde e coperti da enormi pioppi.

  • Stesso argomento
  • Stesso autore
Consigli utili Avatar 1 comment

Tutto è cominciato dalla mia grande passione per le culture orientali, lo ammetto, sono sempre stata affascinata dal cinema asiatico,…

Consigli utili Federica Quattrone 0 comments

Ti abbiamo raccontato quali sono le prelibatezze che devi assaggiare in Tunisia, abbiamo fatto un elenco delle principali aree archeologiche…

Consigli utili Avatar 1 comment

140 anni e non sentirli! L’hotel Quirinale ha festeggiato il suo compleanno con un party e un cocktail, creato appositamente, per…

Viaggi slow Avatar 0 comments

Un luogo fuori dal tempo, magico, spirituale. Per descrivere Rocca Calascio non bastano gli aggettivi. Bisogna andarci. Gente in Viaggio…

Viaggi culturali Avatar 0 comments

Esplorare in molti modi diversi il nostro rapporto con le piante e con l’ambiente. Parte la terza edizione del festival…

Consigli utili Avatar 0 comments

Bungalow sugli alberi, panorami mozzafiato, palafitte, incontri ravvicinati con animali mai visti prima e trekking nella foresta pluviale. Tutto nel…

Consigli utili Avatar 0 comments

Trasuda modernità, vitalità, giovinezza ed è ben proiettata verso il futuro. Rotterdam è una città costruita ex novo dopo essere…

City Break Avatar 3 comments

“Ogni uomo venuto a Lisbona è al tempo stesso colpito dalla incomparabile bellezza del bacino del Tago, dal panorama che…

Consigli utili Avatar 0 comments

Il segreto per acquistare un biglietto aereo e risparmiare? Lo svela Opodo, agenzia di viaggi on line, analizzando i prezzi…

Avatar

Sara Sbaffi

Romana, classe 1982. Giornalista pubblicista dal 2009. Appassionata di viaggi ed enogastronomia. Collaboro con le Guide di Repubblica e il Trovaroma.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami
Top