Storytelling, quale impatto sulle scelte di viaggio?
storytelling

Storytelling, quale impatto sulle scelte di viaggio?

Racconti infarciti di consigli, emozioni e suggerimenti. La figura del turista come testimone e narratore di un’esperienza di viaggio è utile a chi sta per partire o a chi vuole scegliere una meta. Il web così forma una sorta di circolo virtuoso: prima è utilizzato per conoscere una destinazione, sceglierla fra le tante, progettare la vacanza e al ritorno raccontare il viaggio. E’ quanto emerge dallo studio dell’Osservatorio nazionale del turismo di Unioncamere Isnart, pubblicato nell’ultimo numero di “Impresa Turismo”. Oltre il 90% dei turisti italiani e stranieri intervistati durante la vacanza in Italia utilizzano Internet abitualmente durante l’anno, il 35% in media tra le 2 e le 5 ore al giorno con un picco di quasi il 38% nel caso degli extraeuropei.

storytellingTra gli strumenti di connessione utilizzati il primo in classifica è il pc (in media 69% dei turisti, sia italiani che stranieri ) seguito dallo smartphone (68%, soprattutto stranieri). Poi c’è il tablet con in media il 23% di turisti che lo utilizzano (24% stranieri). Questi dati confermano le grandi potenzialità della connessione anche durante la vacanza e pongono l’accento sull’esigenza di supportare il turista con accessi Wi-Fi facilmente disponibili e accessibili sul territorio italiano.

Internet, è anche utilizzato come canale di comunicazione che influenza la scelta del soggiorno da quasi il 29% dei turisti, così declinati:

– ricerca di informazioni, il 16%

– offerte per il soggiorno, il 10%

– connessione ai social network, oltre il 4%

– possibilità di raccontare la propria esperienza di vacanza tramite le recensioni per quasi il 4% degli stranieri

Quest’ultimo aspetto, anche se caratterizzato da una quota esigua, rappresenta il cuore pulsante del rapporto tra turista, impresa e territorio. Il 33% dei viaggiatori che trascorrono una vacanza in Italia, infatti, dichiara di scrivere online il suo punto di vista, “postando” recensioni sulle piattaforme dedicate. Inoltre, i turisti che raccontano online la loro esperienza, sono quelli che partecipano ad escursioni e gite (oltre il 41%), praticano attività sportive e fanno shopping (23%). Seguono i turisti che visitano musei e mostre (18%), monumenti e siti di interesse archeologico (13%), che assistono a spettacoli musicali (oltre l’11%) e acquistano prodotti dell’artigianato locale.

  • Stesso argomento
  • Stesso autore

Nessun articolo trovato

Consigli utili Avatar 0 comments

Bungalow sugli alberi, panorami mozzafiato, palafitte, incontri ravvicinati con animali mai visti prima e trekking nella foresta pluviale. Tutto nel…

City Break Avatar 3 comments

“Ogni uomo venuto a Lisbona è al tempo stesso colpito dalla incomparabile bellezza del bacino del Tago, dal panorama che…

Viaggi culturali Avatar 1 comment

Vivere un museo oltre il suo spazio fisico è possibile. I social network permettono di superare l'idea di semplice luogo…

Consigli utili Avatar 0 comments

Ancora indecisi su dove trascorrere le prossime vacanze? Non volete scegliere tra mete alla moda, affollate di turisti, dove è…

Consigli utili Avatar 0 comments

Sarà il nuovo couchsurfing o una sorta di Airbnb? No, ma ci va molto vicino. Il nightswapping è uno scambio…

Consigli utili Avatar 4 comments

Prima di partire mi aspettavo una cittadina abbastanza grigia, piccolina, poco viva, viste le condizioni climatiche impervie di quasi tutto…

Avatar

Sara Sbaffi

Romana, classe 1982. Giornalista pubblicista dal 2009. Appassionata di viaggi ed enogastronomia. Collaboro con le Guide di Repubblica e il Trovaroma.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami
Top