Cosa fare in Sardegna, a Mamoiada la vendemmia per tutti
vendemmia mamoiada sardegna

Sardegna, a Mamoiada la vendemmia per tutti

Il vino è uno dei maggiori segni di civiltà nel mondo, diceva Ernest Hemingway. E se si condivide la raccolta dell’uva con altre persone allora tutto si fa più divertente.

L’autunno in Sardegna è tempo di vendemmia e il 27 settembre si può vivere da vicino la produzione del Cannonau grazie all’iniziativa organizzata da Méskes Turismo in collaborazione con la Cantina Puggioni. Nelle campagne di Mamoiada, cuore della Barbagia, i partecipanti potranno vivere in prima persona l’esperienza di raccogliere i grappoli d’uva insieme ai viticoltori, conoscere da vicino tutto ciò che riguarda la produzione del famoso vino Cannonau, e trascorrere una giornata all’aria aperta in vigna, degustando anche alcuni spuntini e ristorandosi infine con un pranzo a base di piatti tipici locali, nella piena condivisione del clima di festa che caratterizza la vendemmia: un momento che solitamente viene vissuto in famiglia e con gli amici, che in questa occasione apre le porte anche ai nuovi ospiti.

vendemmiaLa giornata inizierà alle 9, con l’accoglienza dei partecipanti, dalle 10 alle 11 si terrà la raccolta dei grappoli, al termine della quale si potrà degustare la merenda, e alle 12 ci si sposterà nella Cantina Puggioni per la pigiatura dei grappoli e la visita guidata alla struttura, a cui farà seguito un gustoso aperitivo; subito dopo, ci si trasferirà in campagna per un pranzo a base di prodotti tipici del territorio.

La Vendemmia 2015 riserva un particolare spazio anche ai bambini: durante il taglio dei grappoli e nel primo pomeriggio è prevista un’attività di intrattenimento con il laboratorio didattico “Il calendario del vino”, a cura di Méskes. La quota di partecipazione è di 50 euro per gli adulti, e di 25 per i bambini fino a 10 anni.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Dove dormire a Mamoiada
  • Stesso argomento
  • Stesso autore
Food Experience Avatar 0 comments

Se due indizi sono una coincidenza, tre allora costituiscono una prova. Possiamo confermare così che le donne umbre hanno una…

Food Experience Federica Quattrone 0 comments

Cosa succede se nello stesso piatto si incontrano le tradizioni culinarie europee, quelle africane e quelle indigene di un paese…

Food Experience Avatar 0 comments

Dì la verità, sei un appassionato di cibi locali e ogni volta che viaggi o ti muovi anche solo per…

Consigli utili Avatar 0 comments

La bicicletta è uno dei mezzi preferiti per il viaggiare “lento”. Non poteva mancare quindi una parte di ITACA –…

Benessere Avatar 0 comments

Intorno a Roma, che fagocita la maggior parte del turismo nel Lazio, esiste tutto un mondo da scoprire. E’ quello…

Viaggi slow Avatar 2 comments

I mesi migliori per concedersi un weekend di totale relax a Ischia sono tra fine aprile e maggio, le prime…

Viaggi culturali Avatar 0 comments

Dell’Abruzzo è forse la zona meno nota e spesso conosciuta per le sole coltivazioni che ricoprono il vasto altopiano del…

Viaggi culturali Avatar 0 comments

“Puntare non all’eccellenza ma all’unicità, perché l’eccellenza è riproducibile, l’unicità è inarrivabile e impareggiabile”. E' l'invito rivolto da Philippe Daverio alla…

Consigli utili Avatar 1 comment

Contornata da boschi, prati e piste da sci Santa Cristina nel cuore della Val Gardena, nell’alto atesino, è uno dei…

Avatar

Sara Sbaffi

Romana, classe 1982. Giornalista pubblicista dal 2009. Appassionata di viaggi ed enogastronomia. Collaboro con le Guide di Repubblica e il Trovaroma.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami
Top