In viaggio con il treno d'epoca lungo binari senza tempo
viaggio treno d'epoca emozioni

In viaggio con il treno d’epoca lungo binari senza tempo

Voglia di una vacanza slow, a contatto con storia e natura? Salite su un treno d’epoca lungo linee ferroviarie inedite! Un viaggio di un giorno o di un weekend a bordo di antiche carrozze, attraversando paesaggi mozzafiato che si inerpicano su alte montagne e ponti da brividi. In Italia, il circuito delle Ferrovie turistiche ha ripristinato alcuni tratti chiusi negli anni passati a causa dello scarso traffico, ma che oggi hanno aperto nuove rotte e itinerari originali riservati esclusivamente al turismo.

Treni d’epoca in Abruzzo

Tra le Ferrovie dimenticate c’è la “Transiberiana d’Italia”. Da pochi giorni ha riaperto le corse nella tratta Sulmona – Carpinone, una notizia attesa da comitati, associazioni e sindaci, arrivata quando ormai si era persa la speranza di poter continuare a credere nel progetto di rilancio dell’area di confine tra Abruzzo e Molise. La Transiberiana conosciuta come la “Ferrovia del Parco”, è lunga 76 chilometri e costituisce un  vero e proprio capolavoro dell’ingegneria ferroviaria italiana. La linea attraversa il Parco nazionale della Majella e si arrampica fino ai 1.268 metri di Roccaraso, dove c’è la seconda stazione ferroviaria più alta d’Italia, dopo quella del Brennero. Un percorso che si snoda attraverso boschi e panorami stupendi, dalla Majella al Gran Sasso d’Italia, con una grande varietà di panorami e vegetazione. Quando la linea chiuse i battenti, il 12 dicembre 2011, numerosi cittadini, anche riuniti in associazioni come Transita Onlus e Le Rotaie del Molise, accanto ad alcuni amministratori locali più sensibili, hanno organizzato manifestazioni a sostegno della proposta di riattivazione della linea ferroviaria, inaugurata nel 1897. Tra le iniziative da segnalare quella realizzata insieme a Paesaggi d’Abruzzo che ha raccontato attraverso un reportage fotografico, realizzato con gli scatti dei passeggeri, il primo viaggio dall’Abruzzo.

Esperienze che non ti aspetti su binari senza tempo

I treni storici della Fondazione Ferrovie dello Stato, con carrozze e “littorine” in legno dei primi del ‘900 restaurate appositamente, consentono di viaggiare, come in passato, attraverso le linee che collegano borghi e paesi nascosti nel verde,

La Ferrovia Retica, che unisce l’Italia alla Svizzera, partendo da Tirano per raggiungere St. Moritz, fa parte dei Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco, ed è percorsa dal celebre Trenino Rosso che valica il Bernina. Dalle comode carrozze panoramiche si può ammirare uno spettacolo fatto di dolci valli soleggiare e imponenti monti innevati.

treno d'epoca binari storiciLa Ferrovia del Lago, in Lombardia, parte da Bergamo e raggiunge il Lago d’Iseo, con Monteisola e Lovere. E’ il Treno Blu, un veicolo d’epoca con locomotiva a vapore che percorre alcuni tratti ferroviari lombardi ricchi di storia, rimasti chiusi per trent’anni. La ferrovia è quella del Basso Sebino e raggiunge persino il Parco dell’Oglio, la Valle Calepio e i vigneti della Franciacorta.

Parte da Domodossola e giunge a Locarno, in Svizzera, la Ferrovia delle Centovalli che attraversa il meraviglioso paesaggio delle Centovalli e della Valle Vigezzo, caratterizzata da paesini e da una natura incontaminata di fitti boschi e magnifici prati.

La Ferrovia della Val d’Orcia, in Toscana, è il Treno Natura a vapore che percorre la tratta Asciano-Monte Antico. Costeggia le Crete Senesi e la vallata del fiume Orcia ai piedi del Monte Amiata, dove è nato il Parco artistico e culturale della Val d’Orcia.

Il treno storico della Valle dei Templi, in Sicilia, tocca Agrigento Bassa e Porto Empedocle, passando tra i templi della Magna Grecia, Patrimonio dell’Unesco.

Infine uno sguardo che arriva fuori dall’Italia. Parte dalla Svizzera per giungere al confine tra Italia e Francia il trenino a vapore Tenda Express, che va da Berna ad Arma di Taggia, vicino a Sanremo. Si chiama così perché attraversa il Col di Tenda, in Piemonte, e viaggia su binario unico per un lungo tratto. La ferrovia passa dai 1150 m per scendere fino al livello del mare, percorrendo curve strettissime, tunnel, ponti e costeggiando laghi, fiumi e montagne.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

  • Stesso argomento
  • Stesso autore
Viaggi slow bepposimo 0 comments

Delizioso borgo di origine medievale, Atzara fu fondato probabilmente intorno all'anno Mille dagli abitanti di tre vicini villaggi. La tradizione…

Viaggi slow Avatar 0 comments

Le nostre terre sono belle ma friabili. Sì, friabili nel senso che  negli ultimi tempi  le acque gonfiano le fiumare…

Viaggi slow Avatar 0 comments

Melbourne è la capitale dello stato del Victoria, ed è la seconda città dopo Sydney più popolosa dell'Australia (se cerchi…

Viaggi culturali Avatar 1 comment

Sono oltre 780 i luoghi d’arte italiani, in 340 località diverse, che aprono eccezionalmente le porte in occasione della XXIII…

Viaggi slow Avatar 2 comments

I mesi migliori per concedersi un weekend di totale relax a Ischia sono tra fine aprile e maggio, le prime…

Viaggi culturali Avatar 1 comment

Tokyo, Singapore, Bangkok, Amburgo e Stoccolma. Si trovano in Asia e Nord Europa gli aeroporti più belli e funzionali. A…

Viaggi culturali Avatar 1 comment

E' facile incorrere nei ristoranti "acchiappa turisti" a Venezia, soprattutto quando i morsi della fame si fanno sentire. Così ho…

Natura e Parchi Avatar 0 comments

Uno spettacolo naturale fatto di rosso e di verde. Il Salento non è solo spiagge, movida e splendidi borghi, vicino…

Outdoor Avatar 0 comments

Turismo culturale ed esperienziale non significa solo monumenti, enogastronomia, benessere, ma la cultura può avere un valore anche sportivo. Lo…

Avatar

Sara Sbaffi

Romana, classe 1982. Giornalista pubblicista dal 2009. Appassionata di viaggi ed enogastronomia. Collaboro con le Guide di Repubblica e il Trovaroma.

2
Lascia una recensione

1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
Alessionuccia Recent comment authors
  Subscribe  
Notificami
nuccia
Member
nuccia

Ciao Sara
carina questa segnalazione dei terni storici e della transiberiana casareccia, non sapevo che esistesse (sono ignorante!) e voglio prenderla in considerazione per piccoli tour a casa nostra.

Alessio Neri
Admin
Alessio Neri

Ciao Nuccia, un altro consiglio di trenini davvero imperdibili in Italia è qui 😉 https://www.genteinviaggio.it/destinazioni/europa/trenino-verde-scoperta-sadali-paese-dellacqua/

Top