Genova: 7 cose da vedere assolutamente

Sei mai stato a Genova? Se la tua risposta è no, ecco un itinerario da fare a piedi in due giorni. Seguimi!

Prima tappa del primo giorno: i Carruggi di Genova

Se sei vicino al porto ti consiglio di andare a vedere i carruggi che sono dei vicoli molti stretti della città che hanno dei nomi molto buffi: Vico chiuso della Rana, Vico Cicala, Vico della Pace. Questi durante il Medioevo erano controllati dalla famiglie di mercanti della città. Le case dei Carruggi avevano un portico che era pubblico. Poi con il tempo, i proprietari delle case decisero di murare i portici e di costruire dei negozi. Ancora oggi, ci sono tantissimi negozi di artigianato e di verdura. Il mio consiglio però è quello di rimanere nel vicolo principale per non andare a finire nei quartieri malfamati come via del Pré.

Seconda Tappa: Basilica della Santissima Annunziata del Vastato

La Basilica della Santissima Annunziata si trova in piazza dell’Annunziata ed è la più bella chiesa di Genova secondo Montesquieu e secondo anche Charles Dickens. In effetti, non posso dar loro torto in quanto la chiesa è tutta dorata. Il nome Vastato deriva da “i guasti” che erano delle zone della città dove non c’erano alberi dove andavano ad esercitarsi i balestrieri genovesi. Il luogo venne scelto dai Frati Umiliati per costruire il loro convento e la chiesa che si chiamò con il nome che conosciamo oggi.

Terza tappa: vistare Montegalletto con l’ascensore

Se non vuoi fare la salita ti consiglio di recarti presso via Balbi dove troverai le indicazioni per l’ascensore. Questo mezzo di trasporto è l’unico della città ad essere una funicolare e poi diventare un ascensore. È veramente una bellissima esperienza e è gratuito. Arrivato in cima al colle potrai vedere un bellissimo scorcio della città. Inoltre, potrai fare anche una bella passeggiata panoramica.

Puoi andare avanti per tutta la camminata fino ad arrivare al Castelletto Levante dove troverai un altro ascensore (anche questo gratuito) che ti porterà fino a Piazza del Portello.

Quarta tappa: via Garibaldi

Via Garibaldi a Genova è la via principale del centro dove ci sono tutti i palazzi delle banche e delle dimore storiche. La strada fu progettata dall’ architetto Bernardino Cantoni e diventò la via di rappresentanza dei nobili della città. Oggi fa parte del patrimonio dell’Unesco. Il mio consiglio è di visitarla durante la sera perché è tutta illuminata!

Secondo giorno a Genova: prima tappa l’acquario

Sicuramente una tappa fondamentale di Genova è andare a visitare l’acquario. E’ una meta ideale per i bambini che possono vedere moltissimi animali: delfini, squali, murene, pinguini ecc. Per visitarlo ci vogliono circa 2 ore. Inoltre, per bambini e adulti c’è anche la possibilità durante il percorso di provare a carezzare le razze nella vasca tattile. Per altre informazioni visita il sito dell’acquario.

Seconda tappa: il vascello Neptune

Il vascello si trova proprio vicino all’acquario di Genova. Fu costruito nel 1984 nell’arsenale di Port El Kantaoui in Tunisia. Fu creato per il film “Pirati” di Roman Polanski e costò ben 8 milioni di dollari. Durante le riprese del film fu ormeggiato a Cannes e poi nel 2011 fu usato per la serie tv “Neverland: la vera storia di Peter Pan”di Nick Villing. Poi fu portato a Genova dove oggi si può visitare come attrazione turistica. Devo dire che è proprio ben fatto soprattutto nei dettagli.

Terza Tappa: chiesa di San Lorenzo

La chiesa di San Lorenzo è la più importante della città. Fu consacrata nel 1118 da Papa Gelasio II quando c’era solo l’altare e la zona circostante. Con il passare degli anni si costruì anche la facciata in marmo bianco e nero che oggi vediamo. La visita della chiesa è gratuita ma se si vuole salire sopra al campanile si paga il biglietto. Io ti consiglio di prendere il biglietto perché puoi vedere un bellissimo panorama di Genova.

Spero di averti dato una bella idea per vedere Genova in due giorni!!

0 0 votes
Article Rating
Dove dormire a Genova
Martina Rodinis

Martina Rodinis

Ciao sono Martina, amo viaggiare e raccontare i miei viaggi. Il mio moto è " Non tornare mai nello stesso posto" . Sono nata a Trieste e ti farò scoprire la mia regione: Friuli Venezia Giulia.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Top

COGLI L'OPPORTUNITÀ DI VIAGGIARE DI PIÙ

Diventa Travel Blogger No grazie, non voglio vincere nuovi viaggi