L’emozione insolita di visitare luoghi già conosciuti: bentornata Alice dal Bianconiglio!

Viaggiare è nel mio dna, credo di essere nata con un trolley tra le mani ed un libro sul luogo da visitare già spulciato e con appunti presi! Questo è il motivo per cui se viaggio prediligo scegliere posti nuovi, nuove scoperte, nuovi luoghi e stili, nuove usanze, nuovi cibi e nuove impressioni, tuttavia mi è capitato più volte di tornare nella stessa città e non me ne sono mai pentita.

Quando devo partire mi munisco sempre di un libro ed un quaderno, il primo lo studio, il secondo lo uso per tutti gli appunti sui luoghi più importanti che mi interessano, sulle cose più stimolanti, sui vari musei e mostre, poi appunto anche i luoghi migliori dove mangiare. Ma il mio quaderno rimane di proposito con molte pagine bianche, perché mi piace anche improvvisare, ritrovarmi a percorrere vie diverse, imbattermi in palazzi non presi in considerazione, ritrovarmi in luoghi intimi, lì mi piace mettermi in contatto con le persone che ci vivono e cominciare a chiacchierare e sentire storie e suggerimenti.

Quando sono tornata nello stesso luogo, a distanza di tempo questo ho amato fare, cercare quei luoghi nascosti, trovati per caso, tornare a chiacchierare e farmi suggerire di nuovo quel negozio o quel ristorante dove la prima volta non ero riuscita ad andare. Mi piace anche rivedere alcune cose, perchè il fato ha voluto che tornassi con persone diverse ed io sono convintissima che sia importante anche chi hai accanto quando visiti un luogo che ti emoziona.

Mi piace spiegare alla nuova persona cosa è cambiato da quando sono stata lì, cosa ho provato allora e cosa vivo in quel momento, cosa ho imparato dalla loro storia e dagli abitanti, mi piace regalare il sogno di ciò che gli mostrerò. Mi piace condurre per mano attraverso “lo specchio” di una nuova dimensione e scoprirne insieme la nuova realtà.

Tornare nello stesso luogo può avere nuove visioni, nuove scoperte, sicuramente avrà nuove emozioni e certamente la felicità può essere raddoppiata, perché un viaggio vale anche in base a chi ci accompagna, sia esso un grande amore o il nostro io più profondo.

Piccole Heidy crescono 1999
Torino a misura di famiglia 2016

Prenota il tuo prossimo viaggio
Questo articolo partecipa al contest creato da:
Avatar

Rosa Bonaccorso

Nata per viaggiare e guardare con "altri" occhi.....

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
Top

COGLI L'OPPORTUNITÀ DI VIAGGIARE DI PIÙ

Diventa Travel Blogger No grazie, non voglio vincere nuovi viaggi