Album fotografico di un'escursione sull'Etna in notturna

Album fotografico sull’Etna in notturna

Questo album ha l’intento di mostrarvi le bellezze del vulcano attivo più alto d’Europa, descrivendone alcuni aspetti caratteristici.

Quello che propongo in questo articolo è un’esperienza spettacolare vissuta a fine Luglio 2014, salendo sull’Etna dal versante nord di Piano Provenzana, da quota 1800 m circa a quota 3000 m davanti ai crateri.

Partendo con una coppia di colleghi e risalendo i dolci pendii settentrionali ci spostiamo da Catania a Linguaglossa sentendo dei boati fortissimi (segno dell’eruzione in atto), questi ritmici e più o meno forti, accompagnano la nostra salita in macchina verso il punto di partenza dell’escursione.

Ecco le prime foto che immortalano il paesaggio (ancora con la luce del sole).

Io ero davvero emozionato (in foto sono quello con lo zaino rosso dietro).

Di seguito ciò che si vedeva con gli ultimi raggi di sole mentre si arrivava in cima:

Lo spettacolo di notte

Si può osservare come ogni boato era accompagnato da una emissione di questo “fungo di cenere” che si apriva verso l’alto e poi si dissolveva, e spesso anche (come nella seconda foto) da getti incandescenti a fontana di ceneri e lapilli, classiche di eruzioni cosiddette stromboliane.

Arrivati all’osservatorio vulcanologico di Pizzi Deneri, un magnifico spettacolo ci fa compagnia per tutta la notte accanto a noi.

A guardare le esplosioni, estasiati come me, ci sono escursionisti, giornalisti, fotografi e appassionati. Guardate che spettacolo…

La discesa

Si fa quasi giorno e decidiamo di fare le ultime foto:

Di giorno si ha una vista fantastica del versante Nord, i boschi, le betulle dell’area, lo Jonio, le coste calabre e le Eolie e i coni avventizi con i vicini crateri Sartorius.

Condivido questa mia esperienza per mostrarvi le bellezze della regione etnea che colpiscono i nostri occhi. Mi sono proposto di documentare questo evento e lo rifarò scrivendo altri articoli a tema escursionistico per valorizzare il territorio attraverso foto, eventi e percorsi. Quest’area è ricca da tanti punti di vista, perciò molto interessante sopratutto in inverno, quando si può sciare ad un’ora di strada dal mare!

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Dove dormire nei paesi Etnei
  • Stesso argomento
  • Stesso autore
Outdoor Avatar 0 comments

Ho scelto la ricetta delle "farfalle cremose" perché ho eletto il radicchio rosso come uno degli ingredienti che più rappresentano…

Outdoor RosaDiLeva 0 comments

Il nostro viaggio alla scoperta della Campania continua; questa volta ad attenderci sarà un percorso naturalistico, un angolo paradisiaco che con…

Outdoor Avatar 6 comments

Una grande pianura, sfumature di verde e giallo a perdita d’occhio e poi ecco sbucare Navelli. La possibilità di scoprire…

Viaggi culturali peppino94 0 comments

Nel periodo di fine Settembre ho collaborato con alcuni enti scientifici per un'attività di divulgazione sismica sull'isola di Vulcano all'interno…

Consigli utili peppino94 0 comments

Di solito quando ho un po' di tempo libero, la voglia e la possibilità di avere buona compagnia o ricevo…

Natura e Parchi peppino94 0 comments

Quante persone durante l'anno sognano di pianificare un viaggio per l'Islanda in estate, cercando di curare tutto nei minimi dettagli,…

peppino94

peppino94

Sono un geologo appassionato di viaggi intorno al mondo, soprattutto per le aree vulcaniche attive come Azzorre, Islanda, Eolie ed Etna. Organizzo e curo escursioni e trekking con amici e vari gruppi anche con il CAI. Mi piace spiegare la geologia attraverso le foto e i racconti. Faccio parte di diverse associazioni inerenti la vulcanologia e pratico diverse attività outdoor e coinvolgo vari gruppi.

2
Lascia una recensione

1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
peppino94Paolo Menchetti Recent comment authors
  Subscribe  
Notificami
Paolo Menchetti
Member
Paolo Menchetti

Splendidi scatti di un luogo ammaliante come pochi.
Grazie per aver condiviso con noi questa esperienza.
Mi hai dato uno spunto per uno dei prossimi reportage 😉

Top