giardini più belli d'italia

I 10 giardini più belli da visitare in Italia

L’Italia, tra i tanti vanti, è rinomata per la sua bellezza paesaggistica, e tra le sue gemme più preziose si trovano i giardini botanici, oasi di serenità e splendore. Da nord a sud, questi giardini regalano esperienze sensoriali che combinano flora, fauna e architettura straordinaria. È importante però ricordare che alcuni di questi sono accessibili solo in periodi limitati dell’anno e per questo è cruciale che tu pianifichi con cura la tua visita e il viaggio. Se ami la natura e l’arte del giardinaggio, di seguito ti consiglio 10 giardini da visitare in Italia. Sono sicura che li amerai.

Giardino di Boboli, Toscana

Il Giardino di Boboli a Firenze è un parco storico di proprietà statale gestito dal Ministero della Cultura. Originariamente legato a Palazzo Pitti, ospita una vasta collezione di sculture e architetture monumentali, rappresentando uno dei giardini formali più importanti al mondo. Costruito tra il XVI e il XIX secolo, offre una esperienza museale all’aperto con una miscela di stili architettonici e paesaggistici. Gli orari variano e i biglietti possono essere prenotati online, con la possibilità di combinare la visita al Giardino di Villa Bardini.

Giardino di Ninfa, Lazio

L’Oasi del Giardino di Ninfa, ai piedi dei monti Lepini in provincia di Latina, è un incantevole esempio di poesia e architettura medievale. Aperta solo alcuni giorni l’anno per preservare l’ambiente, ha ispirato scrittori come Virginia Woolf e Truman Capote. Fondata nel XIII secolo dalla famiglia Caetani, offre una varietà di piante e una suggestiva combinazione di rovine e vegetazione. Oasi del WWF dal 1976, è particolarmente bella durante la fioritura primaverile.

Giardino La Mortella, Campania 

La Mortella, creata nel 1956 da Lady Walton con l’architetto paesaggista Russell Page, è un giardino diviso in due parti: una nella valle e l’altra sulla collina, terrazzate con muri a secco. Con una vasta collezione di piante esotiche e rare, è paragonabile a un orto botanico. Il design sfrutta l’ambiente roccioso e i panorami sul Mediterraneo, arricchito da fontane, piscine e corsi d’acqua per piante acquatiche come le ninfee tropicali. Offre anche tre serre tropicali e punti di interesse come la Sala Thai e la Roccia di Sir William. Il lavoro di Lady Walton è celebre nel mondo dei giardini e delle piante, tanto che un ibrido di orchidea porta il suo nome e può essere ammirato nella Serra delle Orchidee a Ischia.

giardino la mortella ischia
Foto di lamortella.org

Parco Sigurtà, Veneto

Il Parco Giardino Sigurtà a Valeggio sul Mincio, nato nel Quattrocento come azienda agricola, è ora un capolavoro di landscape gardening che attrae visitatori da tutto il mondo. Situato in provincia di Verona, è una meta imperdibile per gli amanti di piante e fiori durante le vacanze. Con prati erbosi, viali sinuosi, rose, alberi secolari e molto altro, offre uno spettacolo che cambia con le stagioni, regalando un’esperienza sempre nuova.

Giardino Botanico Alpino Saussurea, Valle D’Aosta

Il Giardino Botanico Alpino Saussurea, inaugurato nel 1987 vicino alla stazione intermedia di Skyway Monte Bianco, è diventato un punto di attrazione turistica e scientifica. Situato a 2.173 metri d’altitudine, è il più alto d’Europa e ospita circa 800 specie vegetali. Accessibile tramite Skyway Monte Bianco o un sentiero escursionistico da La Palud, offre uno spettacolo unico con la sua fioritura che inizia a luglio e si protrae fino a fine settembre.

giardino alpino saussurea monte bianco
Foto di saussurea.it

Orto Botanico di Padova, Veneto

L’Orto Botanico di Padova, fondato nel 1545, è il più antico al mondo e si trova nel centro della città. Iscritto nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità nel 1997, ha avuto un ruolo fondamentale nello sviluppo della botanica e di altre discipline scientifiche. Ospita circa 3.500 specie vegetali provenienti da tutto il mondo e nel 2014 è stato arricchito con il Giardino della Biodiversità, composto da cinque serre.

Giardini della Reggia di Caserta, Campania

La Reggia di Caserta, Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 1999, è la residenza reale più grande al mondo, progettata da Luigi Vanvitelli nel XVIII secolo. Il parco riflette lo stile dei giardini dell’epoca con parterre, viali e laghi artificiali, concepiti per stupire con giochi cromatici e prospettici. La vasta area verde di 120 ettari ospita anche il Giardino all’italiana, il Giardino all’inglese e una via dell’acqua con fontane monumentali. Il giardino accoglie una vasta varietà di piante provenienti da tutto il mondo, rendendolo un luogo di grande interesse botanico e storico.

giardini reggia di caserta

Parco Aymerich, Sardegna

Il Parco Aymerich, il più grande parco urbano della Sardegna situato a Laconi, tra le province di Oristano e Nuoro. Un paradiso per botanici e amanti della natura, questa riserva naturale di 22 ettari, anticamente di proprietà dei marchesi Aymerich, offre sentieri naturalistici immersi in una ricca varietà di piante rare, ruscelli e cascatelle. Il percorso attraversa un boschetto di lecci e querce, presentando una straordinaria quantità di orchidee e una suggestiva cascata. Le rovine di un castello medievale arricchiscono ulteriormente l’esperienza, rendendo il Parco Aymerich un luogo unico che unisce bellezze naturali e storiche.

Giardino della Kolymbethra, Sicilia

Il Giardino della Kolymbethra, nel cuore del Parco archeologico della Valle dei Templi ad Agrigento, è un’oasi verde di circa cinque ettari, ricca di piante rare e frutteti. Originato nel V secolo a.C., è stato restaurato nel 2001 dal Fondo per l’Ambiente Italiano (FAI), ripristinando antichi sentieri e muretti a secco. Oggi, è un gioiello botanico e paesaggistico che attrae visitatori in ogni stagione.

giardino kolymbethra valle dei templi agrigento
Foto di fondoambiente.it

Giardino di Sissi, Trentino Alto Adige

I Giardini di Sissi a Castel Trauttmansdorff, a Merano, offrono un’esperienza straordinaria che unisce natura e arte. Con oltre 80 ambienti botanici su una superficie di 12 ettari, il giardino offre vedute mozzafiato sull’ambiente alpino circostante e su Merano. Diviso in quattro grandi aree tematiche, include boschi del mondo, giardini del sole, giardini acquatici e terrazzati, e paesaggi dell’Alto Adige. Le numerose stazioni multisensoriali rendono la visita un’esperienza indimenticabile.

0 0 votes
Article Rating
clarissa el sayed

clarissa el sayed

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Top

COGLI L'OPPORTUNITÀ DI VIAGGIARE DI PIÙ

Diventa Travel Blogger No grazie, non voglio vincere nuovi viaggi